Se vuoi essere felice, cambia il tuo modo di pensare!

aprile 29, 2015

Abbiamo ricevuto una bella lettera da Massimo Lo Bianco, 23 anni, toscano.
Qui i suoi racconti legati all’Africa, e qui sotto uno stralcio dalla sua lettera…

Perché proprio l’Africa e perché ora? I motivi di questa scelta non nascono per caso, non sono studiate a tavolino, non c’è nessun premio in palio, sono semplicemente impulsi che ti arrivano dal profondo del cuore, e che coltivi con il passare del tempo. Quel tempo in cui arrivi a capire che possiamo resistere alle tentazioni del benessere, a rifiutare la felicità impacchettata, a rinunciare a volere solo ciò che ci fa piacere. E dove la strada che ti rimane da prendere diventa quella più spontanea, quella di una vita più naturale, dove desideri sempre di meno, amando di più. Bisogna, quindi, passare a quella dimensione della nostra vita più introspettiva, scrutando quello che ci circonda a rallentatore, capire cosa è davvero importante tenere, e cosa mettere da parte, diventare meno egoisti e dedicarsi più al bene comune.

massimo_lobianco

Dobbiamo dimenticare poi, che quello che abbiamo ce lo siamo meritato veramente, che quando accade qualcosa di terribile siamo obbligati preghiamo un dio, in cui alle volte nemmeno crediamo. E pensare che forse siamo semplicemente nati nella parte giusta del mondo, e non dovremmo quindi tirare un sospiro di sollievo per essere scampati ad una vita di stenti, ma dovremmo ogni giorno pensare che ognuno di noi può fare qualcosa per gli altri e per se stesso. Non dovremmo continuare ad aspettare che accada qualcosa che ci faccia capire di essere fortunati, che ci faccia vedere la vita da un’altra prospettiva, ma dovremmo invece cercare di vedere la vita da più punti di vista, capire gli altri per capire noi stessi, aiutare gli altri perché quegli altri potevamo essere noi.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>