I due Lorenzo del Secondo Ostello a Destra

aprile 20, 2013

Due amici, un viaggio, quattro continenti, ventotto paesi, cinquecentoquarantasette giorni, ottanta mila chilometri. Lorenzo Rosso e Lorenzo Barra sono due giovanissimi piemontesi in giro per il mondo, proprio come Roberta. E’ un’esperienza intensa, coraggiosa, inevitabile. Il loro superpotere è la capacità di rincorrere i propri sogni. Il loro progetto si chiama Secondo Ostello a Destra e in questo momento sono in Argentina. Potete seguirli quotidinamente via Facebook.

secondo_ostello

Vi lascio all’introduzione di uno dei pezzi più belli che hanno scritto sul viaggio: Pillole di Felicità.

Tra due giorni saranno 5 mesi di viaggio..

Durante questo periodo ho vissuto paesi e culture diverse, sono rimasto affascinato dai paesaggi che ho visto e dalle persone che ho incontrato. Ho provato diverse emozioni, alcune belle e altre brutte; ho avuto nostalgia di casa, ho pensato più volte a quello che ho lasciato indietro e mi sono chiesto se effettivamente ho fatto la scelta giusta. Ho capito più cose di me stesso, i miei punti di forza e le mie debolezze, ho imparato ad essere più paziente e meno nervoso, più lucido e meno confuso. Credo effettivamente di essere cresciuto un pochino, ma sono consapevole che la strada per maturare sia ancora lunga.. per fortuna la voglia di conoscere e di imparare è sempre tanta e mi spinge ad andare avanti. Sono curioso di vedere ciò che mi aspetta, perciò sono deciso a continuare sulla mia strada.

secondo_ostello_1

A parte le singolarità dei diversi paesi la cosa che finora mi ha colpito di più dell’Asia riguarda il morale delle persone che ho incontrato lungo il cammino. Quello che mi stupisce è che siano tutti felici e sorridenti nonostante la maggior parte di loro vivano in condizioni di elevata povertà.. e allora mi sono chiesto: ma come è possibile?! Come fanno ad avere una tale serenità d’animo quando vivono in delle baracche con giusto lo stretto indispensabile? E di conseguenza com’è invece che noi non riusciamo ad essere mai soddisfatti e ad essere felici anche se poi non ci manca niente? Dove sbagliamo?!

Questo pensiero mi ha tenuto occupato per diversi giorni e alla fine mi ha portato a scrivere questo post. Non è che abbia una risposta, sia chiaro, ma quello che vorrei provare a fare è confezionare una serie di “pillole” (alcune più materiali, altre più mentali) che, secondo il mio punto di vista, potrebbero tornare utili per vivere vita migliore, più serena, senza troppe preoccupazioni.. perchè in fin dei conti sono convinto che la maggior parte dei problemi che abbiamo siamo noi stessi a crearli.

Continuate qui…

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>